Tuesday, October 22, 2013

Al via, domani 23 ottobre, il Festival della Scienza di Genova


Festival della Scienza Bellezza

Genova, 23 ottobre_3 novembre 2013

Si intitola “Quello che non so” lo spettacolo conferenza dedicato ai grandi misteri della fisica contemporanea ideato dall’Infn per la serata inaugurale del Festival della Scienza di Genova, mercoledì 23 ottobre. Si tratta di un evento unico che propone un format sperimentale pensato per il grande pubblico in cui si alternano talk show scientifico e performance artistiche. Interverranno i protagonisti della scoperta del bosone di Higgs, valsa il Nobel per la Fisica 2013 a Peter Higgs e Francois Englert, Guido Tonelli (spokesperson emerito esperimento Cms) e Fabiola Gianotti – in collegamento dal Cern (spokesperson emerito esperimento Atlas). Accanto a loro Caterina Biscari (ricercatrice Infn e direttore del laboratorio Cells Alba di Barcellona) e Antonio Zoccoli (Giunta esecutiva Infn). Nello spettacolo "Quello che non so" la narrazione scientifica sarà accompagnata dalle suggestioni del mago delle bolle di sapone Marco Zoppi e dai quadri di sabbia animati dalla sand artist Gabriella Compagnone. A condurre la serata sarà Marco Castellazzi (Rai 3 Geoscienza). Lo spettacolo è una nuova versione, aggiornata nei contenuti e nell’impianto artistico, dell’evento "Lo Show dell’Universo" realizzato dall’Infn a Città della Scienza di Napoli nel settembre 2012.

Materia oscura, bolle di sapone, quadri di sabbia
L'evento fa parte di: Invito al Festival
Caterina Biscari, Fabiola Gianotti, Guido Tonelli, Antonio Zoccoli, Marco Zoppi, Gabriella Compagnone. Conduce: Marco Castellazzi
L'edizione 2013 del Festival della Scienza di Genova si apre con uno spettacolo altamente sperimentale, un percorso pirotecnico alla scoperta di alcuni dei misteri più affascinanti della ricerca contemporanea - la materia oscura, l'energia oscura, l'antimateria - attraverso una doppia narrazione scientifica e poetica. Da qui il racconto si snoda attraverso i temi di più grande attualità scientifica, l'origine e l'evoluzione dell'Universo, le sue parti visibili e invisibili. Lo spettacolo si avvale di immagini, video, letture, performance artistiche e del dialogo con scienziati e fisici, come i protagonisti della scoperta del bosone di Higgs, Fabiola Gianotti (spokesperson emerito dell’esperimento ATLAS, al Cern) e Guido Tonelli (spokesperson emerito dell’esperimento CMS, al Cern), oltre a Caterina Biscari (ricercatrice INFN, oggi direttore del laboratorio CELLS-ALBA di Barcellona), Fernando Ferroni (presidente di INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) e Antonio Zoccoli (docente e ricercatore del progetto CMS). A dirigere questa straordinaria orchestra di voci è Marco Castellazzi, conduttore della trasmissione di RAI 3 GeoScienza, in un panorama arricchito dalle performance di giocolieri e artisti di strada, tra i quali il mago delle bolle di sapone Marco Zoppi e la sand-artist Gabriella Compagnone, con i suoi quadri realizzati dal vivo con sabbie colorate. Lo spettacolo, che ha visto il suo debutto nel settembre dello scorso anno alla Città della Scienza di Napoli ed è oggi completamente rinnovato per l’edizione genovese, è occasione per dialogare con il pubblico intorno a temi di grande attualità scientifica, protagonisti indiscussi della moderna fisica fondamentale e della cosmologia. Un parterre d'eccezione, per evocare con suggestive rappresentazioni concetti e idee spesso difficili da immaginare.
Post a Comment