Sunday, November 11, 2012

FestivalScienza, impressioni sparse...



Si è appena conclusa la V edizione del FestivalScienza 2012 a Cagliari e fare un riassunto esaustivo di tutti gli appuntamenti non è un'impresa facile, per cui volevo solamente riferirvi la mie personali impressioni che riguardano il laboratorio Elettromagnetismo che Scoperta! realizzato dal Prof. U. Galassi, dalla Prof.ssa E. Montisci e R. Vassena. Laboratorio che, insieme all'aiuto di due colleghi e dei ragazzi del Liceo Scientifico Pacinotti, ho avuto modo di presentare ad un pubblico costituito da grandi e piccini.


Le impressioni sono tutte molto positive: è sempre bello poter trasmettere dei piccoli insegnamenti a qualcuno, ma la cosa più bella di tutte è di certo quella di leggere la curiosità negli occhi di chi ascolta aldilà del concetto che si vuole insegnare. E quella curiosità ed il senso di stupore nel viso delle persone che osservano attente i piccoli esperimenti proposti, che riesce ad alleviare la stanchezza del parlare ininterrottamente per 8 ore (ripetendo per lo più sempre "le stesse" cose). E' forse questa la conquista più grande perché  infondo, per quanto sia importante aver insegnato che "fili percorsi da corrente sono in grado di generare campi magnetici o che campi magnetici variabili sono in grado di generare delle correnti", ciò che davvero conta è appassionare la gente ai problemi scientifici, stimolare in loro la curiosità, spingerli a chiedersi sempre il perché delle cose e cercare di formare una cultura scientifica che tenga al riparo dalla superstizione, dalla "cattiva scienza" fatta di previsioni di fine del mondo senza alcun fondamento scientifico, fatta di oroscopi e di cartomanti che tengono sotto scacco la nostra capacità di analizzare il mondo con razionalità. 
Vi lascio con un video in cui si parla delle equazioni che regolano il mondo dove, per rimanere in tema di elettromagnetismo, vengono mostrate, tra le altre, le importantissime equazioni di Maxwell. Tali equazioni   sono la trascrizione matematica del comportamento (studiato attraverso una serie di osservazioni sperimentali ad opera dei fisici Oersted, Faraday, Ampère e altri) dei campi magnetici e dei campi elettrici, ma non solo, esse descrivono anche il modo in cui i campi elettrici generano quelli magnetici e viceversa e hanno dimostrato la possibilità di unificare due fenomeni apparentemente distinti come l'elettricità e il magnetismo in un unico fenomeno, chiamato appunto elettromagnetismo. Queste equazioni portano quindi alla previsione delle cosiddette onde elettromagnetiche di cui la luce, i raggi X, le microonde, le onde radio ne fanno parte;  Le onde elettromagnetiche sono alla base del funzionamento di innumerevoli prodotti tecnologici, uno fra tanti il nostro telefono cellulare che ci permette di comunicare ogni giorno con le altre persone ed il mondo intero.

"The important thing is not to stop questioning; curiosity has its own reason for existing."
(Albert Einstein)

Fonte: http://www.newscientist.com 
(Il video è in inglese ma spero di trovare una versione in italiano altrettanto carina).
Post a Comment